La sesta edizione del Circuito di Avezzano si conclude con la cerimonia di premiazione nella piscina dell’Hotel Olimpia. Partecipanti visibilmente soddisfatti e pronti a tornare per la prossima edizione.Oltre 180 i chilometri percorsi nei tre giorni con un significativo aumento degli equipaggi stranieri. Soddisfazione dei vertici del Jaguar Drivers’ Club Italy ,Club Federato ASI ed organizzatore dell’evento. Il primo premio, un gallettone incastonato nel tipico logo del circuito assieme al prezioso orologio messo in palio dalla Maison svizzera Eberhard & Co è andato alla coppia Fabio de Luca ed Alessandro Cappella su Fiat 1100 derby Bertone. L’equipaggio vincitore ha dimostrato grande padronanza dei cronometri meccanici a lancette nelle 20 prove disposte
lungo il percorso.

“ Per noi è un grande onore ospitare equipaggi da tutto il mondo “ ha affermato Felice Graziani, Presidente del Jaguar Drivers Club Italy e del comitato organizzatore “ , L’ Abruzzo, è la regione verde d’Italia , tutta da scoprire, con scorci e centri storici di grande pregio, ricca di straordinarie bellezze naturali ed architettoniche. Vogliamo con questa manifestazione dare un contributo allo sviluppo turistico del territorio attraverso i nostri partecipanti, ambasciatori delle bellezze d’Abruzzo nel mondo”

Il gran finale nell’ormai famoso Circuito Cittadino in notturna, tra ali di folla lungo tutto il percorso di 1,5 chilometri che si snoda tra le strade del centro, con tutti i locali e ristoranti attrezzati per la cena all’aperto in un clima di grande suggestione e partecipazione di pubblico.

Il racconto della manifestazione

L’arrivo dei partecipanti il 29 giugno con la sede delle verifiche presso il quartier generale di Xfuel , main sponsor della manifestazione, e la Partenza dal Palazzo dei Principi Torlonia, nel primo pomeriggio di venerdì, per un percorso breve ma intenso. A dare il via l’assessore allo sport del Comune di Avezzano Angela Raffaele. Il primo impegno per i partecipanti la rievocazione del Trofeo Micangeli tra le svolte del Monte Salviano, per ricordare la grande epopea del motorismo marsicano, fino a Tagliacozzo, uno dei borghi più belli d’Italia, con la piazza dell’obelisco a racchiudere come uno scrigno la bellezza delle auto anteguerra.La visita al centro storico con l’aperitivo nel cortile del Palazzo Ducale alla scoperta delle stanze segrete del palazzo. Il saluto del Sindaco, Vincenzo Giovagnorio ed Il concerto di musica lirica al Teatro Talia, di soli 200 posti, ha concluso una visita di grande valore culturale.

La sera, la cena di gala al museo Di Lorenzo con i tavoli apparecchiati tra le auto d’epoca ed il magnifico aperitivo del Ristorante “Roma” di Amatrice nel parco di Villa Seritti, con gli occhi ancora pieni della bellezza dei luoghi visitati.

Il Sabato partenza da Collarmele con il Sindaco Tonino Mostacci a sventolare il tricolore.Le auto ordinate lungo il viale antistante la Chiesa della Madonna delle Grazie e, dopo pochi chilometri le prove del trofeo Xfuel sull’altipiano di Forca Caruso, tra pale eoliche e boschi di pino.L’arrivo a Raiano accolti della banda musicale e da un rinfrescante aperitivo curato nei minimi particolari dal comitato festeggiamenti in onore di San Pietro. La visita all’eremo di San Venanzio, incastonato in una gola tagliata da un fiume con una stupenda cascata. Ed a conclusione della mattinata il pranzo.

Alle 14,30 la partenza verso il massiccio del Monte Sirente, una montagna dolomitica con mucche al pascolo intorno al laghetto di origine meteoritica e le prove del trofeo Rothschild.

L’arrivo ad Avezzano alle 17, e l’esposizione delle autovetture in Piazza Risorgimento , insieme alle più veloci Mercedes AMG della concessionaria L’Auto, sponsor della manifestazione.

La sera la kermesse del Circuito Cittadino in notturna con le prove a turno della Coppa di Lorenzo a concludere le venti prove della manifestazione turistica.Centinaia di persone assiepate intorno al tracciato per uno spettacolo unico nel suo genere. Il sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis, con a fianco la madrina della manifestazione Antonella Mosetti ha dato lo start al primo blocco da 25 partecipanti. Alle 23,30 il termine della manifestazione ed il poderoso staff in azione per smontare l’allestimento del circuito.Complimenti per tutti gli organizzatori e appuntamento alla edizione 2019.

Il sole della mattina di domenica ha illuminato le premiazioni, con la conduzione della giornalista Savina Confaloni affiancata dagli organizzatori e dal Vicepresidente AS Alberto Scuro per la consegna dei premi al primo classificato.La lettura del messaggio del dottor Francesco Palumbo, direttore generale Mibact ha aperto la cerimonia.Dal Giappone Okada san ha portato tre splendidi oggetti che hanno arricchito i premi in palio, assieme ai doni da parte dei commercianti del centro.

Omaggi per tutti e soprattutto la gioiosa e soddisfatta partecipazione degli equipaggi esteri con l’inossidabile Eddie McGuire da Londra a bordo della sua Bentley 4,5. del 1930.

Sponsors e patrocini

Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, con la Presidenza della Regione Abruzzo, la Fondazione Carispaq,CONAPI L’Aquila, Terrextra DMC, Le associazioni di Categoria del Commerico, i Comuni di Avezzano, Tagliacozzo , Collarmele e Raiano hanno patrocinato questa sesta edizione .

Il main sponsor Xfuel, L’Auto-Concessionaria Mercedes-Benz, BCC Roma, Di Cola Antonangelo Assicurazioni, Bove - vini classici d’Abruzzo, Ottica d’Amore, Casa di Cura Di Lorenzo, Sicurform, NIVES-CONV . Time Keeper Eberhard & Co.

Sempre presente il supporto delle famiglie del motorismo storico Avezzanese, Gli eredi Micangeli : Natale e Seritti, La Famiglia Di Lorenzo ed il Cavaliere del Lavoro Donato Lombardi.

Premi e premiati

L’utilizzo dei cronometri meccanici consente una competizione tra gli equipaggi sana ed all’insegna dell’amicizia. La classifica è un modo per attribuire dei premi e non il motivo della  partecipazione.

La classifica generale con l’attribuzione del Trofeo 6° Circuito di Avezzano , è andata alla coppia Fabio De Luca / Alessandro Cappella , su Fiat 1100 derby Bertone. La consegna del Trofeo da parte del Vicepresidente ASI Alberto Scuro. Il concessionario di Avezzano, Corrado Ranalletta ha consegnato l’orologio Eberhard ed un dono speciale dal Giappone appositamente portato dal Signor Okada.

Al secondo posto Claudio Paradisi e Mariano Mancinelli su Austin Haley BN1Al terzo posto I coniugi Verzera su Austin Haley BN2 100

Rievocazione del Trofeo Micangeli : Totino Verzera e signora su Austin Haley BN2 100 M

Trofeo Xfuel : Iroaki KATO e signora (Jap) su MGA del 1955

Trofeo Rothschild : Mattia Salvi / Jacopo Ceccatelli su Fiat 100 barchetta del 1948

Coppa Di Lorenzo - Circuito Cittadino : Ugo Amodeo / Susanna Bastiacci su Jaguar SS100 del 1937

La coppia Antonella Grigolo e Tiziana Corradi si aggiudicano il primo posto del Femminile, davanti a Savina Confaloni e Lavinia Caminiti.

Per il Club Jaguar un riconoscimento speciale Francesco Seritti su jaguar XK120.

Gallery


L'EVENTO

Il Trofeo “Elia Micangeli” segna negli anni 50 fino agli anni 60 l’epopea del motorismo storico della nostra città. Per oltre 10 edizioni e , tra le prime manifestazioni di regolarità del centro Italia, la Coppa “Di Lorenzo” rinnova la tradizione di ospitalità turistica con equipaggi d'eccezione, in questo secolo la Targa Presider di Donato Lombardi che diventa nel 2014 “Circuito di Avezzano”.

Ancora una volta la tradizione familiare si intreccia con la passione per i motori , per tramandare nel tempo la memoria storica alle future generazioni. Il piacere di ritrovarsi ,l’ospitalità e la condivisione della passione per le auto d’epoca , il vivere assieme questa esperienza ha creato la grande famiglia del Circuito decretandone il successo.

La formula ad inviti per passare un week end di spensierata allegria tra amici e superbe autovetture tutte rigorosamente scoperte è diventata un appuntamento irrinunciabile.Gustare chilometro dopo chilometro le bellezze naturali alla scoperta di laghi, montagne e luoghi incontaminati su strade dimenticate, curva dopo curva tra le bellezze della natura del Parco Nazionale d’Abruzzo è un’esperienza difficile da dimenticare.

La notte del Sabato con il Circuito Cittadino, tra ali di folla, riporta ad emozioni del passato. Tutto questo e molto altro è l’esperienza del Circuito di Avezzano.